domenica 27 marzo 2011

A PROPOSITO DI... Raffaello Sanzio..

L’amore più grande della mia vita, lo conobbi all’Accademia Delle Belle Arti di Perugia..
Anno 1997..
Si chiamava Raffaello..Raffaello Sanzio/Santi di Urbino!
Tutto ebbe inizio con la preparazione dell’esame di anatomia umana, quando l’allora Prof. Sani (geniale!!), pretese una tesi su un pittore italiano, allegando tavole a matita che ne riproducessero le opere!
Ok..chi scegliere?i più gettonati, manco a dirlo, Leonardo, Michelangelo, Caravaggio..
La mia scelta, fu condizionata da una pala d’altare..La Madonna Sistina (Staatliche Gemäldegalerie di Dresda)..perchè???
Ricordate quei famosi angioletti che sono su tutti i biglietti di Natale?me li sono trovati anche su un quadrante di un orologio….
Ecco, mi piacevano! E dovendoli ridisegnare, mi piacevano ancor di più!
Il peggio stava nel dover studiare tutta la vita dell’autore..che per fortuna per me, era durata appena 37 anni!
Man mano che la mia tesi procedeva, aumentava la stima nei riguardi di questo GRANDE PITTORE (che diciamo la verità..pochi veramente conoscono..),      fino quando non divenne amore!
Più lo studiavo, più mi sembrava famigliare..come se già avessi conosciuto o incontrato il Santi..
Questa tesi, diede alla luce 3 bellissime tavole: una con i due angioletti di cui sopra, una con la Madonna che tiene in braccio il bambino (sempre della stessa pala d’altare) e un’altra con il ritratto de “la velata”..
I pittori, usavano spessissimo la stessa modella..c’è chi usava la moglie/l’amante, chi una prostituta, chi una schiava, chi una popolana presa a caso..e chi più ne ha più ne metta!
Non ci crederete..Raffaello ha usato quasi sempre la donna di cui era follemente innamorato..una certa Margherita Luti..figlia del fornaio..detta la fornarina!
Quando la mia “Velata” fu finita, e premetto che disegnai il solo particolare del viso,  il commento che fu di tutti da lì a tutt’ora è stato:
“è il tuo autoritratto?”.................AUTORITRATTO???????NOOOOOOOOOOOOO!!!
Ebbene..sembro io davvero..ora di meno, in quanto il mio viso pienotto di ragazzina si è perso con gli anni..
Ma vi giuro, ci assomigliamo!
Ok!questo fu un caso!
Torniamo all’autore!
Raffaello Sanzio/Santi, nato a Urbino il 6 Aprile del 1483..era il Venerdì Santo..(già per me, era un brutto presagio…considerando che è il giorno in cui la cristianità, ricorda la morte di Cristo..a soli 33 anni!)
Crebbe nella bottega del padre (mediocre pittore e poeta alla corte di Federico da Montefeltro..di cui prima o poi parlerò!).
Già a 11 anni, aveva imparato tutto ciò che il padre era capace d’insegnargli..e anche di più!
Così, si ritrovò a Perugia a lavorare dal Perugino!e da lì, solo successi che lo portò a lavorare a Firenze e poi  a Roma per i suoi mecenati: Papa Giulio II prima e Leone X poi!
Quando si trasferì a Roma, a Michelangelo era stata già commissionata la Cappella Sistina e ci stava già lavorando!
Già…ma in VATICANO, non c’è la sola Cappella Sistina!
Avete un’idea di quanto è grande il Vaticano?
il Vaticano ha una banca propria, ha monete e francobolli, ha i suoi souvenir e cartoline!
E le famose STANZE VATICANE..e chi l’ha dipinte???
Lasciamo perdere il Vaticano e vogliamo per esempio parlare di chi ha dipinto VILLA FARNESINA??




Le ha dipinte tutte il Santi..senza considerare tutti i ritratti, le pale, le Madonne e quant’ altro c’è stato nel mezzo!
In sostanza?Raffaello, aveva una vera e propria impresa, grande quanto la FIAT oggi (esagero??)!
Aveva dipendenti e commissioni sufficienti da farlo diventare ricchissimo! Nel suo curriculum, ci sono talmente tante opere eseguite in…quanti….26 anni di carriera(?)che nessun altro artista (e ripeto..nessun altro artista!),  può vantare in tutta la propria vita!
Una vita frenetica, “disordinata e fuori di modo” (qualcuno ha scritto)!
Cosa significa? i pettegolezzi, e ripeto PETTEGOLEZZI, dicono che se la spassava alla grande..e che gli piacevano le donne..tutte le donne..(anche se ne amava una sola) e che questa vita “sregolata”, lo portò a una febbre che se lo portò via in qualche giorno…..(altre fonti dicono che fu una polmonite fulminante), il 6 APRILE del 1520…che bel regalo di compleanno!
Penso…e se fosse vissuto 67 anni come Leonardo.. o addirittura 89 anni come Michelangelo??
COSA NON AVREBBE FATTO!!!!!!
Fu sepolto al Pantheon. Nel 1883, la sua tomba fu aperta e le ossa vennero rinchiuse in un sarcofago antico, tolto dal Museo Vaticano per ordine di Gregorio XVI.

Ora.. ecco in sostanza perché mi sono innamorata di lui:
-chiude il triangolo dei pittori rinascimentali di maggior successo..Leonardo, Michelangelo e Raffaello appunto;
-fu dichiarato “il divin pittore”, mai come lui, un pittore fu capace di esprimere tanta grazia e amore nelle proprie opere (e ne tornerò sicuramente a parlare);
-osservando i suoi predecessori più famosi (Leonardo e Michelangelo), ne carpì le virtù e unendole al proprio talento, creò opere di grande realtà (es. la prospettiva aerea di Leonardo), impatto emotivo (es. la dinamicità delle scene di Michelangelo), concludendo con quello che meglio gli riusciva, l’incontro di sguardi, di emozioni e di grazia insegnategli dall’amore della madre, il tutto all’interno di una scena ben calibrata e geometricamente studiata, sapendo così coinvolgere lo spettatore, come se anche lui partecipasse alla scena stessa.
-era anche architetto!
-grazie a lui, faccio il lavoro che faccio (parlerò anche di questo!)..e mi piace tantissimo!
Non diventerò mai come Lui, non né sfiorerò neanche il successo,ma di una cosa sono sicura..i miei lavori sconfiggeranno le barriere del tempo..che vi piacciano o no!


Di lui il Bembo scrisse: “Questi è quel Raffaello per cui la natura temette d’esser vinta, mentr’era vivo, di morire, per la sua morte”.
E Castioglione scrisse: “gli Dei, come fecero morire Esculapio per aver risanato Ippolito, così vedendo Raffaello intento a fa risorgere a nuova vita Roma, n’ebbero invidia e lo condannarono a morte immatura”.

Se poi volete approfondire questo GRANDISSIMO ARTISTA, partite da “LE VITE” di Giorgio Vasari!

2 commenti:

  1. Ciao Katia! che bello che hai aperto questo blog!!! augurissimi!!
    Chiara

    RispondiElimina
  2. Grazie Chiara! Sempre gentile!!!

    RispondiElimina