giovedì 22 dicembre 2011

COMPRATE ITALIANO!

PER NATALE COMPRATE ITALIANO
Consigli per gli acquisti del premier Mario Monti: «Per Natale comprate italiano». Nelle comunicazioni al Senato sulla manovra economica, il premier invita a preferire i prodotti nazionali come contributo a risanare l'economia. «Vi parla uno che ho speso parte della sua vita per cercare di assicurare l'assenza di protezionismi tra gli Stati. Ma in queste settimane pensiamo che quando si acquista un bene, o un manufatto prodotto in Italia, non solo si acquista un bene di qualità, ma si contribuisce anche a tenere in vita aziende e sostenere posti di lavoro sul nostro territorio in un momento delicato».

Il ragionamento di Monti non fa una piega..
Peccato che un prodotto per essere definito “prodotto italiano”,basta che sia fatto in Italia per il 30%..
Ed ecco che borse, scarpe, giacche, oggetti d'arredamento e oggettistica in genere, porcellane, vetri  e quant’altro (senza considerare i prodotti alimentari la cui materia prima è praticamente tutta d’importazione), vengono prodotti all’estero per poi essere “rifiniti” in Italia..
e il giochetto è fatto..
una borsa fatta in Cina la cui cinghia e il logo sono invece montata e cucito in Italia, basta per essere un prodotto, di fatto, Italiano….
(GRAZIE a questo metodo la Cina, per esempio, sta diventando una superpotenza economica, ed i primi ad aver scelto questo metodo "vantaggioso", sono state soprattuto le grandi aziende!)

Bè..per comprare italiano, l’ideale sarebbe quindi, comprare direttamente dal produttore, o comprare solo dove si è certi che quei prodotti siano stati fatti veramente in Italia..
l'italia è piena di artigiani..e l'artigianato è SEMPRE stato un punto forte nella nostra economia!
Quindi (per quello che ci è possibile..) sono da evitare tutte quelle marche che in realtà..si sa..producono all’estero..

Si, compriamo italiano e cerchiamo di tirar su questa economia..
Non facciamolo solo a Natale che non si risolve nulla!
Cerchiamo di farlo tutto l’anno!

Buone Feste a tutti!

Nessun commento:

Posta un commento